+39 3889028938

  • Home
  • Come aumentare il coinvolgimento dei tuoi post LinkedIn

Come aumentare il coinvolgimento dei tuoi post LinkedIn

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
Print

In questo articolo parleremo su come aumentare il coinvolgimento dei post su LinkedIn attraverso i vari strumenti presenti nella piattaforma. Questi strumenti sono i modelli di post e gli stickers, i quali possono essere utilizzati sia in post privati che in quelli aziendali per far crescere il proprio brand.

Questi nuovi strumenti possono essere utilizzati da ottobre 2022, però è possibile accedere a questa funzione solo tramite l’app anche se la piattaforma ha annunciato l’aggiornamento anche su desktop.

Come utilizzare i modelli di templates di LinkedIn

Questo strumento può essere notato anche nella piattaforma di Facebook, infatti, l’uso che se ne fa è praticamente identico. I post template servono a vivacizzare lo sfondo dei post poiché il colore di quest’ultimo è in genere bianco. Per questo è possibile colorarlo o inserire degli adesivi.

Questo strumento può essere utilizzato su contenuti nei quali è inserito un testo invece se è presente un video un immagine o altri file non sono adatti. Infatti, quando si crea un post su LinkedIn, il templates del post diventa in automatico un’ immagine. Fatto ciò è possibile inserire una didascalia, un tag, un hashtag prima di essere condiviso.

Vediamo adesso in quale modo può essere utilizzato il modello di templates:

  • avere più attenzione sui post di LinkedIn.
  • Chiedere ai propri clienti di fare valutazioni sui propri post.
  • Stimolare i clienti a commentare i post del brand.
  • Fare un contenuto ad effetto.
  • Ideare un contenuto e inserire dei link di collegamento per visualizzare la propria pagina.

Per utilizzare i modelli di templates bisogna seguire questa piccola guida:

  • aprire l’app di LinkedIn.
  • Accedere al proprio account.
  • Andare in basso e digitare “pubblica
  • Creare un post dal proprio account sia aziendale che personale.
  • Selezionare nel menù a tendina “usa un modello“.
  • Dopo aver selezionato apparirà la schermata dello sfondo e selezionare una piacimento.
  • Per quanto riguarda la scritta è possibile scegliere i caratteri dei 6 disponibili, non è possibile scegliere il colore e la grandezza della scritta.
  • Dopo aver scelto cosa scrivere e il suo carattere bisogna andare su “fine” dopodiché cliccare su “fatto“.

Come inserire uno sticker sul post di LinkedIn

Dopo aver selezionato sia lo sfondo e sia il testo, è possibile inserire gli stickers, ne sono disponibile circa 100. Basta cliccare in basso al centro “il cerchio piegato“. Dopodiché appariranno tutti gli stickers disponibili, basta fare tap su quello che è di vostro gradimento.

Inoltre, è possibile anche aggiungere un ulteriore testo come sotto forma di sticker. Bisogna andare su i 3 puntini e selezionare “testo” e si possono aggiungere più testi. Dopo essere finita la creazione del post su LinkedIn è necessario cliccare in alto a destra “avanti“.

Dopo che si ha tappato il tasto “avanti” sarò possibile visionare il modello di template appena creato come se fosse un allegato. Prima di condividere il post è possibile inserire una didascalia, hashtag e inserire collegamenti.

Si può aggiungere anche il link del sito del proprio brand ma non sarà possibile visualizzarlo poiché è stato allegato un modello di LinkedIn. Appena finito il tutto, cliccare il tasto in alto a destra con la scritta “pubblica“.

Come analizzare i contenuti su LinkedIn

Tramite LinkedIn è possibile vedere se i contenuti rispecchiano l’interesse e il coinvolgimento del proprio pubblico. Infatti, se si va nel profilo dell’azienda si può notare il modello di LinkedIn nel quale si può visualizzare l’andamento del post.

Sotto il post, da desktop, si deve cliccare su “mostra statistiche“. In questa opzione si possono vedere tutti i commenti, condivisioni e reazioni. Se si ha inserito un collegamento nel post è possibile vedere quanti clic sono stati fatti e la sua percentuale.

Selezionando “mostra altre analisi” si possono trovare degli argomenti più approfonditi come per esempio quali tipi di utenti che si sono relazionati ai contenuti del brand. Si può vedere il tipo di lavoro che fanno, la loro posizione e lo strumento ti può dire se sono le persone giuste.

Tutto questo se il post è stato pubblicato da un account aziendale, nel caso in cui l’account fosse personale è possibile analizzare il proprio contenuto ma con meno dettagli. Infatti, in quello personale è possibile vedere l’età e il genere degli utenti che hanno visto il proprio contenuto.

Photo credits : Pexels

Categorie

Dal Blog